20 marzo

I vetri virtuali

non fermano la grandine di parole appese

alla parete dei nostri desideri.

Non dirle ha svuotato il vulcano ,

in lento retrocedere dell’emozione,

inesplosa.

Abbiamo coltivato il tempo

in porcellane di sguardi fragilissimi

deviati dal minimo grecale.

Le dita sospese su tastiere intangibili

sono tutto il tuo corpo

nascosto

dallo schermo

di luce propria .

Annunci

2 risposte a “

  1. gabrielchiocciolaneopuntoit

    porcellane di sguardi fragilissimi. incanta.

  2. uih ,,,,, che bello il tuo blog …. saluti …da gabriele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...