controcanto

cantiere ad ore (by Prufrock) "mandandoci a memoria" 30.3 

Le mani senza l’azione delle dita

come peccati d’omissione

occorre lavarle col gesto del perdono

dal peso del delitto

dell’assassinio dell’atto

ch’è nel limbo

sospeso

ed è Persempre.

Guardiamoci così

senz’occhi

lontani come siamo

nell’arsura della viltà che brucia

per la non pelle rimasta

-nudità estrema-

che narra

del sangue senza peso

che ci espanse.

Poi la luce

che spegnemmo

insieme alla stanza

ci spiegherà.

Annunci

Una risposta a “

  1. Parole riarse da vento impietoso
    perdoni mai concessi, ne’ avuti..

    stacchi di cielo su fiori appena
    intravisti, tra fessure solo a noi
    note, e..perse..

    cosi’ ci chiama terra
    parte ed essenza di noi…
    trafitti da pioggia battente,
    ignoti a noi stessi, impuri
    in attesa di conoscere
    il vero, verita’ rivelata,
    espiata..ora…noi, fusi
    in natura, quando anima
    nostra in lei…
    si trasfigura…

    Dave

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...