Ti percepisco e sei

quella colata lavica

squarcio rosso

nel fianco abbrutito di nero

d’uno Stromboli attonito

e in attesa.

Rosso.

Sulla riva di un mare

gelido e scosso

ti aspettavo.

Noi due soli e il vulcano.

Luna opaca venne, invece

carica d’acqua

dal taglio nero

che inquadrava la notte

oltre i crateri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...