quei cartocci di foglie

rauchi al vento

resti dei fasti

di vogliosi fusti

imprecano lo spreco

di quel tempo d’estate

senza fiore,

avara e secca sorte

che li strinse.

e il giardino annaffiato

di la dal muro

ride.

 

 

Annunci

Una risposta a “

  1. ride tra le fragole e il gelso
    alla perpendicolarità del tramonto
    e noi innati a noi stessi allo scartocciato stanco di un dna
    malmesso alle ferie del giorno
    e delle domeniche stanche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...