l’orizzonte che non tiene
che un’ostinata linea
immobile appena, vaga d’umidi
talvolta irridescente. 
lo nega alla vista ques’estesa
calura, che lontano
invoca onde dal cielo
in ventagli di pioggia.

forse
dentro la pioggia sarai, forse
saprai farti acqua
per la mia sete

 

Annunci

5 risposte a “

  1. Quante belle novità, stolto chi se le perde!

  2. questa me l’hai dettata tu!
    🙂

  3. sarà che ci pensiamo, talvolta
    sarà che forse è tardi a una discesa.

  4. al più posso essere una scarsa, virile musa 😉

  5. com’è esclusivo
    questo nostro piccolo
    ambito
    questo cenacolo azzimo
    magnifico nella sua
    timida diversità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...