l’uomo morto parla al mare

l’uomo vivo l’ascolta.

tutto l’inconcluso

la ballerina e il funambolo nelle tasche

l’avvicinarsi della collera e il bianco al muro

quella calce viva che tutto uccide

tranne la malinconia del mentre.

mentre s’ascolta il mare indenne

oppure l’andante con brio delle cicale 

s’asseconda tutto l’immane

tempo che resta a trasmigrare.

 

Annunci

Una risposta a “

  1. le onde, tra il detto e il taciuto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...