strette le case sulle rocce
dei paesi fantasma accecati d'azzurro
sa di sasso quest'andare del tempo

lontano, sotto gli occhi
vuoti delle finestre senz'infissi
il mare mangia il golfo

lasciammo fuori dal periplo sbrecciato
del precipizio, gli arzigogoli volti ad adattarci
contro il talento, al mondo
 
 

 

Annunci

2 risposte a “

  1. contro ogni altro affare,
    quando a sera le uniche lampare
    tornavano alla marina,
    e pioggia grande tra sassi di mare
    e stelle a bagnare ancora ogni ricordo,
    luceva il viso in azzurro ché l'arcobaleno
    di notte non appare.

  2.  
    come mi piace questo commento!
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...