[ immagino tua madre
una piccola donna con un grande
cappello di paglia

e i segreti a mezz’asta ]
 

 
le mani a sfinare la pasta
e i bulbi che premono primavera
dalla finestra, in pianto
d’esser piantati.
l’orto la vede china ma retta
la felce carezza il piede nell’ombra
dove il sasso si fa crepa nel muro
al margine del perimetro.
il giardino si fa scalzo, per lei
le offre il suo sonno e il suo destino
quando stagione torna.
lei si fa rondine e temporale, per te

solo
 
 
 
  
  

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...