ghiaie
 
 
gli restava impressa la struttura dei passi
al viale che ti rimpiange, dove le ortensie
sono un’ipotesi di stagione. la fine
d’un compromesso tra il vento e i capelli
l’incauto cancello che ti  apre all’incontro.
ma poco sotto, dove il mare si fa rumore
restano impigliati i tuoi vestiti

nudi
 
 
 

Annunci

Una risposta a “

  1. "E qualcosa rimane, fra le pagine chiare,fra le pagine scure,e cancello il tuo nome dalla mia facciatae confondo i miei alibi e le tue ragioni,i miei alibi e le tue ragioni."( Rimmel – Francesco De Gregori)

    una citazione inusuale, ma mi pareva "azzeccata".Ciao, ciao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...