e quando c’è la luna
al tondo
si va svelti al tacco
delle mura, svelti
verso le luci da ballo
la folla all’allegra
commedia notturna.
si va al vino e alla veglia
e le gonne, il giallo il laccio
del tango la snella
caviglia all’attacco,
la danza che dondola
dentro il rinnovo
del primo tormento.
oh l’amore, l’amore che danza
che tenta che lenta
la notte racconta
la storia d’allora il suono dell’ora
campana che il mare scolora.
nell’alba la luna s’inflette
si spegne, nel grembo rimette
gli sguardi e le poesie dette. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...