il bacio inventa più cose.

il vento sparpagliato nei vicoli

raggelati grigi di passanti

lontano tratti d’orizzonte marino

finestrelle da terra a terra

da destino a sponda ignota.

le luminarie son pettegolezzi

che risalgono le venuzze del borgo.

appoggiarsi al suono delle campane

come al solido vento salmastro

è il gioco del gabbiano

e il nostro

nel bacio bambino

  

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...