eccoti chino col viso controluce

intento al libro che ti ama, i capelli

ingovernabili scrosci di pensieri.

potrei disegnare ogni tuo tratto

chiudendo gli occhi sul frastuono

che il mondo architetta per schiantarmi.

calcolare le strade del tuo perderti

centimetro per centimetro

verso di me che resto

un’ipotesi maldestra. un Picasso

assemblato al contrario

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...