se le porta il tempo

le tempeste

amore mio

bimbo ignoto

amore che non sai

le case bianche

dai gradini altissimi

e gli occhi scuri

dai davanzali calcinati

avari di luce

avari di tutto.

non conosci la solitudine

della sabbia

la sua pervicacia

la sua ruvidezza

la sua indifferenza.

come potresti capire

il mio guardare perso

lontano, nel mare?

lo smarrirsi dell’onda

senza corpo

talvolta

senza colore

e la sua minaccia?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...