[ garganiche ]

riscrivere i destini delle foglie
per acidi trasmissibili e computerizzati.
prima fu il verbo e poi i crisantemi.
ci sono facce perseguibili tra i muri
e dentro le trame dei vicoli
feccie variabili, coordinate
come falangi dopo vortici.
si accapiglia questa eterogenica
mancanza di approdi, ma pare
che ci sia un’isola -dicono-
fatta di pensieri immaturi
bozzoli e poi pupe
farfalle incompiute e
che ci sia una luce nelle ali a venire
visibile solo al farsi della notte
quando si spegne la propria luce

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...